LA VOCE CONDIVISA - L'uso della vocalità tra espressione artistica e finalità terapeutica
09Nov

LA VOCE CONDIVISA - L'uso della vocalità tra espressione artistica e finalità terapeutica

  • 09.00
  • 09/11/2013
  • SERMIG - Sala del Dialogo - Piazza Borgo Dora, 61 - TORINO

Questa giornata di studi è dedicata alla voce, intesa come strumento ma anche come simbolo dell’individualità e affermazione dell’essere in relazione, oltre che come mero mezzo di comunicazione linguistica.
Proprio all’interno di una disciplina prevalentemente non-verbale quale la musicoterapia, la voce si carica di significati altri, è essa stessa espressione dell’individuo, forma ed essenza, dalle prime e più istintuali e spontanee fonazioni alle più complesse forme culturalmente connotate del linguaggio e del canto.
Nella musicoterapia ricopre un ruolo di spicco proprio per il suo essere produzione sonora inscindibile dal soggetto, suo mezzo espressivo immediato, che può esistere anche in assenza di competenze linguistiche o motorie senza perdere il suo carattere di affermazione di sé e di veicolo emotivo. Non è un caso che anche le discipline psicoterapeutiche normalmente basate sulla parola stiano dedicando una specifica attenzione agli effetti della prosodia e della timbrica vocale sulla comunicazione terapeutica.
Si è scelto di articolare la giornata in due parti, dedicando la mattina alle relazioni plenarie che coniugheranno aspetti terapeutici, musicali e culturali della vocalità e il pomeriggio a laboratori incentrati su temi specifici: le demenze, gli stati vegetativi, l’uso di strumenti informali, i gruppi di musicoterapia a mediazione vocale. Nel differenziare in questo modo i laboratori si è voluto allargare l’offerta formativa e la possibilità di esplorare più temi, uguali per importanza ma attinenti ambiti differenti della musicoterapia ma anche delle stesse professioni sanitarie. Le esperienze dei laboratori saranno infine ricondotte e commentate in una sessione plenaria conclusiva. 
 

RELATORI

  • Roberto Bolelli: Musicista, Musicoterapista, Bologna
  • Davide Ferrari: Musicista, Musicoterapista, Direttore Festival del Mediterraneo, Genova
  • Egidio Freddi: Docente R.O.  CTP EDA c/o  Ic. “Gorni” Quistello MN, Musicista, Musicoterapista, Dipartimento di  Scienze del Linguaggio, Università Cà Foscari, Venezia
  • Antonella Grusovin: Musicista, Musicoterapista, Docente Corsi di Musicoterapia Apim, Artem, Trieste   
  • Gerardo Manarolo: Dirigente Medico, DSM, Asl 3 Genova, Docente Corso di Laurea Triennale in Riabilitazione
Psichiatrica, Università di Genova
  • Mauro Peddis: Docente scuola secondaria di I°grado, Musicista, Musicoterapista, formatore A.I.M., Presidente C.F.S. Associazione di Musicoterapia Agorà onlus Torino
  • Mauro Sarcinella: Musicoterapista, consulente c/o strutture private e pubbliche (riabiltazione psichiatrica, trattamento demenza senile, stati vegetativi, età evolutiva e disabilità psicointellettive)
  • Elena Sartori: Musicista, Musicoterapista, Trento
  • Lorenzo Tamagnone: Psicologo, consulente musicoterapista per la Città
 di Torino (Direzione Servizi Educativi), vicepresidente C.F.S. Associazione di Musicoterapia Agorà Onlus Torino
  • Gianni Vizzano: Musicoterapista consulente per la Città di Torino (Direzione Servizi Educativi), Fondazione Agape dello Spirito Santo (Comunità “Villa Anna” e “Villa Annarita), Diaconia Valdese (“Rifugio Re Carlo Alberto”)

Copyright © 2016 Agorà Onlus.